Buoni propositi per l’anno nuovo: 7 trucchi per rispettarli

Buoni propositi per l’anno nuovo: 7 trucchi per rispettarli

By TM | 16 Gennaio 2019

Oltre il 40% degli americani il 1° gennaio fa qualche proposito per l’anno nuovo, ma uno studio condotto nel 2015 dalla University of Scranton rivela che solo l’8% rispetta la promessa di mangiare più sano, smettere di fumare, risparmiare e mettersi a correre.

Ecco i segreti per rientrare in questi pochi eletti e iniziare il 2019 con il piede – e il programma – giusto.

1. Scegli un obiettivo che senti tuo

Quando fissi un obiettivo, fai in modo di trovare qualcosa che risvegli la tua passione, che sia iscriverti al tuo primo Tough Mudder 5K, battere finalmente il Funky Monkey o puntare al World’s Toughest Mudder. Per raggiungere il traguardo, anche quando non hai voglia di alzarti e allenarti alle 6 del mattino, devi sentire che ne vale la pena e che il sacrificio è giustificato.

2. Parola d’ordine: specifico

Quando ti siedi a ragionare sui tuoi obiettivi, è importante articolare chiaramente che cosa vuoi ottenere. Un desiderio vago come “perdere peso” o “mettersi in forma” non ti porterà molto lontano. Sforzati invece di puntualizzare esattamente gli obiettivi: quanti pesi vuoi usare? quante trazioni alla sbarra ti aspetti di totalizzare? Sarà questo l’anno del Tough Mudder X? quanti giri da 8 km vuoi completare del Toughest Mudder? Ripeti insieme a me: specifico, specifico, specifico.

 

3. Fai squadra

Allenarsi con un compagno o un amico comporta innumerevoli vantaggi. Dal senso di responsabilità alla compagnia, avere una spalla con cui scambiare due chiacchiere durante una corsa a lungo raggio o il recupero post-allenamento può essere decisivo per risolvere l’eterno dilemma: fare il proprio dovere o rimanere a casa a dormire?

Trova qualcuno con la tua stessa dedizione e il tuo stesso scopo e prendete l’impegno vicendevole di mantenere le promesse.

Un altro modo per non farti sfuggire la situazione di mano è rendere pubblico l’obiettivo: parlane su Facebook o su Instagram, dillo agli amici e ai parenti. Quando sarai sdraiato sul divano, terrorizzato da quei 10 km di corsa nella neve, sapendo che tutti, dalla nonna al tuo capo, si aspettano grandi cose da te, vedrai che troverai la giusta carica per infilare le scarpe e uscire dalla porta.

 

4. Segna sul calendario

Per riuscire a correre una 5K in meno di 20 minuti invece che in 24 non basta desiderarlo: bisogna predisporre un piano d’azione, una scheda di allenamento e un modo per monitorare i progressi lungo le settimane e i mesi. Lo stesso vale per i buoni propositi dell’anno nuovo.

Suddividi ogni obiettivo in step più semplici da raggiungere. Ad esempio, se punti a eliminare gli zuccheri aggiunti dalla tua dieta, prova prima a mantenere un’alimentazione regolare e togliere solo le bevande zuccherate. La settimana successiva, via anche i dolci. Continua di questo passo, aumentando il grado di difficoltà ogni settimana, fin quando non arriverai al traguardo.

5. Non essere fiscale

Quando si tratta di obiettivi, l’approccio “tutto o niente” non funziona quasi mai. Esiste una zona grigia che in pochi sono disposti a vedere, ma chi ci riesce ha maggiori probabilità di concretizzare i buoni propositi. Metti in conto che potresti sgarrare di tanto in tanto.

Non hai affrontato quella lunga corsa che avevi detto? Hai mangiato troppa torta alla festa di compleanno di un amico? Non gettare al vento tutti gli sforzi compiuti fino a quel punto mangiandone altre tre fette, solo perché ormai hai ceduto alla tentazione.

Ogni tanto ti capiterà di sbagliare. Quello che fa la differenza tra vincitori e vinti è la preparazione. Impara a capire quando puoi concederti una pausa e rimettiti in riga già a partire dal pasto (o dal giorno) successivo.

6. Festeggia

ISe hai superato la soglia delle tre settimane, hai già fatto molto meglio della maggior parte delle persone che iniziano l’anno con dei propositi.

Festeggia questo piccolo successo regalandoti una bella cena, un massaggio post-allenamento o un caffè con un amico e racconta cosa ti ha insegnato l’esperienza sul fatto di mantenere i buoni propositi. Poi, come sempre, riprendi il cammino.

7. Oppure… non fissare obiettivi

Un momento, ma questo articolo non parla di come raggiungere gli obiettivi? In linea generale, sì. Ma non tutti sono fatti per rispettare, o persino formulare, dei buoni propositi per il nuovo anno.

Per qualcuno funziona di più valutare la propria forma fisica ogni tot mesi, ritoccando gli obiettivi in base alle esigenze. Altri si soffermano sui propri traguardi ogni 5 anni e rivalutano programmi e calendari di gara sull’onda degli eventi.

Se fissare un obiettivo annuale non fa per te, non ricadere in quel 92% di persone che rinuncia ai propositi di Capodanno. Cerca piuttosto di monitorare i tuoi progressi attraverso gli allenamenti, le prestazioni sul campo e il tasso di divertimento che ti procura vivere il lifestyle Tough Mudder.

SHARE

Non perdere l’offerta

MILANO

6 OTTOBRE 2019

119€ 129€

Offerta valida fino al 13 Settembre 2019

ACQUISTA ORA!