6 Errori che fanno i “novellini” Mudders (che puoi evitare)

6 Errori che fanno i “novellini” Mudders (che puoi evitare)

By TM | 26 Febbraio 2019

1. Non lavorare sull’agilità

L’agilità è la capacità del corpo di cambiare rapidamente direzione e posizione sotto controllo, ed è un pilastro fondamentale nel metodo “Bootcamp” di Tough Mudder. Questa abilità fisica, spesso trascurata, è quella che i Tough Mudders usano più spesso, quasi ad ogni passo. I percorsi del Tough Mudder normalmente non sono su terreni pianeggianti, né asciutti e cambiano continuamente. I principianti che vengono al Tough Mudder spesso dimenticano di allenarsi all’aria aperta, sui sentieri e di eseguire esercizi di equilibrio in palestra.
Ti suggerisco di sostituire almeno un giorno di allenamento ogni settimana in palestra, con una corsa in un campo o un circuito all’aperto. Ti raccomando anche di fare esercizi semplici come il bilanciamento su una gamba, saltelli laterali con ostacoli, stacchi da una gamba sola – prova tutto ciò che potrebbe portarti fuori dalla tua comfort zone in un ambiente controllato.

2. Indossare scarpe rotte

Non sai quante volte sono stato sul palcoscenico dell’Emcee, ho guardato la folla e ho visto Mudders che indossavano scarpe sfasciate, con le suole che si staccavano e i lacci sfilacciati. I partecipanti “novellini” spesso si avvicinano al Tough Mudder con il pensiero: “Non voglio rovinare le mie scarpe buone”. Ma pensaci bene: stai per intraprendere l’avventura più epica della tua vita e hai portato l’equipaggiamento più sgangherato che hai per farlo? Notizie flash: metti in pericolo te stesso e la tua esperienza.
Scarpe buone vuol dire che abbiano presa sul fondo e un drenaggio ottimale per acqua e fango. Probabilmente scarpe vecchie e rotte non avranno queste caratteristiche, il che significa che non sarai in grado di fare una buona performance e potresti non essere in grado di supportare i membri del tuo team quando avranno bisogno di te. Quindi, per la prima volta, Mudder, fai un favore a te stesso e al resto della Mudder Nation, indossa le scarpe giuste quando ti troverai alla linea di partenza. E assicurati che i tuoi lacci siano ben legati.

3. Pensare di aver bisogno di una squadra

Il lavoro di squadra e lo spirito di aggregazione sono principi fondamentali dell’esperienza Tough Mudder, ma può essere difficile riunire un grande gruppo per partecipare ad un evento con te. (Dopo tutto, potresti essere l’unica persona del tuo gruppo di amici che vede i benefici che una sfida Tough Mudder.)
Ma non ti preoccupare se non riesci a mettere insieme una squadra, perché hai una tribù di migliaia di Mudders pronti ad aiutarti e spingerti verso il traguardo. Noi legionari siamo un gruppo forte e solidale. Spesso inizio un evento da solo e improvvisamente mi ritrovo in un gruppo, correndo con quella squadra per un paio di miglia e poi camminando con un altro… e un altro, fino alla fine. Alla fine di un Tough Mudder avrai probabilmente 50 nuovi amici, sarai stato benissimo e avrai condiviso più di una risata lungo la strada. Un modo semplice per trovare qualcuno con cui correre è scegliere persone che fanno sport con una fascia Tough Mudder.
Questi leader conoscono il valore del lavoro di squadra e saranno volentieri il tuo compagno di viaggio per la giornata. Ci siamo passati tutti, iniziare qualcosa di nuovo per “la prima volta”.

4. Non mangiare durante la gara

Alzarsi dal letto il giorno del tuo primo Tough Mudder può essere snervante. Potresti non voler fare una colazione abbondante, soprattutto se hai un orario di inizio previsto di prima mattina, e potresti pensare che nutrirti con una barretta proteica e un caffè basterà. Ho capito, lo abbiamo pensato tutti almeno una volta. Ma Tough Mudder richiede una corretta alimentazione. Ho imparato che consumare calorie durante la corsa è importante quanto altro. Mentre Tough Mudder fa un lavoro incredibile con l’offerta di cibo, acqua e bevande energetiche durante la gara; potresti voler preparare un pò di carburante per il viaggio. Dai il benvenuto quindi al tuo marsupio! Eh sì novellini, è tempo di indossare un piccolo marsupio o uno zainetto per portare un pò di acqua e cibo in più, per rendere l’evento più piacevole.
Non vorrai mica essere il Mudder “arrabbiato” che sbrana tutti e non ha energia per supportare i membri del team sugli ostacoli? Per i primi runner suggerisco alcune barrette energetiche, carne secca e acqua da portare all’interno di una borsa con chiusura lampo. Ricordati di portare qualcosa in più, perché non c’è niente di meglio che condividere uno spuntino con un amico “infangato” durante il percorso.

5. Non lavorare sulla mobilità

A parte gli urti e le contusioni che derivano dal partecipare alla gara, quello che ho visto più di ogni altra cosa è che i Mudders alle prime armi sono spesso afflitti da crampi o stiramenti muscolari. Fare stretching e allenarsi è essenziale per la salute e l’efficacia sul campo. E questo non significa presentarsi sulla linea di partenza, fare un paio di saltelli e aspettarsi di essere pronti. Un piano di mobilità adeguato deve essere una parte significativa del tuo allenamento nelle settimane e nei mesi precedenti all’evento. Gli ostacoli Tough Mudder mettono alla prova la tua flessibilità con il superamento di un muro arrampicandosi, sopra e attraverso gli oggetti, e spesso supportano il peso di un compagno di squadra mentre attraversano un punto difficile. Come principiante Mudder, se vuoi essere in grado di affrontare la sfida senza crampi o stiramenti, ti suggerisco di fare esercizi dinamici come squat, affondi e jumping jacks prima dell’allenamento. Dopo l’allenamento, prendi un rullo di gommapiuma o una sfera per colpire i punti dolenti e liberarti dell’infiammazione.

6. No Cross Training

Quando chiedo alla maggior parte dei neofiti se si allenano, la risposta normalmente è: “Sì, ho corso molto”. Di solito annuisco e dico una preghiera perché Tough Mudder è molto più di una semplice corsa. Come primo ostacolo devi sapere che metterai alla prova TUTTI gli aspetti della tua capacità fisica e mentale mentre sei sul percorso. Pertanto, l’allenamento incrociato con altri sport e l’allenamento della forza è vitale per il tuo successo. Un ottimo modo per scuotere il tuo allenamento è quello di andare in bicicletta 1 giorno a settimana invece di andare a correre. La forza e i benefici cardiovascolari di andare in bicicletta manterranno il tuo corpo in grado di adattarsi a sforzi diverse man mano che diventerai mentalmente più forte. In palestra fai sollevamento pesi, trova una sbarra e fai pratica con sollevamenti e pull up. Non sai da dove cominciare? Dai un’occhiata ai nostri video del piano di addestramento ai massimi livelli, che possono essere eseguiti con attrezzature minime e sono un ottimo modo per allenarti e farti migliorare a 360°.

SHARE

Non perdere l’offerta

MILANO

6 OTTOBRE 2019

119€ 129€

Offerta valida fino al 13 Settembre 2019

ACQUISTA ORA!